GourmArte 2017

Siamo giunti alla 6^ edizione e ogni anno sempre più interessante e ricca di novità , a bergamo dal 1 al 3 Dicembre una kermesse di gusto e di grandi chef che valorizzano il made in Italy e non solo.

CUSTODI perché sono coloro che producono il cibo che mangiamo ogni giorno, ripercorrendone a ritroso il lungo viaggio dal campo alla tavola

MAESTRI perché insegnano con la loro passione in ciò che fanno alle nuove generazioni

ESPLORATORI perché sono sempre alla ricerca di nuovi / vecchi sapori

INTERPRETI DEL GUSTO perché con lo studio , la ricerca e la voglia di far assaporare quello che sono le tradizioni cercano di interpretare al meglio quello che il palato sta ricercando nella tradizione rivisitata o re-interpretata .

17_334_BANNER_GOURMARTE_300x250px_1.jpg

 

Prodotti enogastronomici eccellenti interpretati dalla creatività e dalle sapienti mani dei migliori chef in circolazione: ecco l’idea che ha decretato il successo . Ecco l’esclusiva esperienza sensoriale in cui ciascun visitatore ha l’opportunità di immergersi varcando la soglia di GourmArte. Da un lato gli è possibile apprezzare, conoscere, degustare e – ove lo desideri – acquistare, prodotti di assoluta qualità, confrontandosi direttamente con i produttori .

“Maestri, Custodi ed Esploratori del Gusto” – pronti e disponibili a soddisfare le sue curiosità e a proporre nuovi assaggi. Dall’altro, presso il Ristorante GourmArte, può comporre il suo menù scegliendo tra i piatti di 24 blasonati chef (8 per ciascun giorno), gli “Interpreti del gusto” che nelle cucine (a vista, in stile show cooking) preparano in diretta le specialità che li hanno resi famosi.

Una Kermesse di sapori importantissimi e senza confini, dagli elevati standard qualitativi garantiti da quel saper fare tutto italiano di questi produttori che realizzano e importano solo l’eccellenza. Quest’anno l’ingresso al Festival sarà gratuito, con degustazioni a pagamento: un incentivo in più per non mancare all’evento che negli anni si è confermato punto di riferimento per tutti i professionisti e gli appassionati di food&wine. Vietato mancare dunque, dal 1 al 3 Dicembre 2017 alla Fiera di Bergamo per vivere un’esperienza sensoriale unica, capace di parlare a cuore, mente e palato.

 

Giorni: 1 – 2 – 3 Dicembre 2017 – Orari: Ven h17-22, Sab e Dom h10-22 – Luogo: Fiera di Bergamo – Ingresso: gratuito – Info: www.gourmarte.it

 

Annunci

Vellutata gustosa

 

Le calde vellutate che in autunno sono un vero toccasano .

Vellutata gustosa fagioli , patate e uovo poché 

 

ingredienti per 4 persone :

  • 3 patate medie
  • 380 g. di fagioli cera di Alife
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 1/2 cipolla bianca o dorata
  • 1 rametto di rosmarino
  • 500 ml. di brodo vegetale
  • sale q/b
  • 4 uova di gallina fresche
  • caviale q/b
  • olio extra vergine d’oliva q/b

 

 

 

Preparate tutti gli ingredienti , in una casseruola mettere l’olio , quando sarà caldo unire le verdure tritate e gli aghetti del rosmarino , dopo qualche minuto aggiungere  le patate mescolando bene ed infine i fagioli .

Versate  il brodo caldo e  chiudere con un coperchio e lasciate cuocere 15 minuti circa.

A cottura spegnete il fuoco, trasferire la casseruola su un piano di lavoro e frullate il tutto con un mixer ad immersione .

 

Nel frattempo preparate le uova poché  :

  • mettete sul fuoco vivace un pentolino con acqua fredda
  • quando l’acqua bolle , abbassate  la fiamma , aggiungete un pizzico di sale e un cucchiaio di aceto bianco .
  • col cucchiaio fate girare forte l’acqua in senso orario fino a che non si crea un vortice veloce .
  • A questo punto , mentre il vortice d’acqua gira , rompete il primo uovo e inseritelo delicatamente  e continuate a girare per 3/5 minuti circa , a questo punto l’albume diventa bianco e appena si è solidificato abbastanza con la schiumarola sollevate l’uovo e adagiatelo in un piatto e procedete con le altre uova .

Servite in tavola la crema di patate e fagioli adagiando sopra l’uovo poché , un cucchiaino di caviale e un generoso filo d’olio extravergine a piacere e buon appetito.

 

 

Zuppa di cipolle alla francese

è tempo di #zuppadicipolle 🙂

bfdivertirsiaifornelli

Zuppa di cipolle alla francese:

Ingredienti per 4 persone

  • 3 cucchiai di burro non salato
  • 4 cipolle  ( io ho usato la cipolla alifana dolce e discreta )
  • 1 spicchio d’aglio tritato
  • 3 cucchiai di farina 00
  • ¾ tazze di vino bianco
  • 6 tazze di brodo
  • 1 bouquet garni
  • 1 cucchiaio di sherry
  • 12 fette di baguette o di pan carré
  • 1 e ½ tazza di gruyère grattugiato

  • Fate fondere il burro a fuoco dolce in una casseruola a fondo spesso e cuocete le cipolle tagliate a fettine sottili per 20 minuti. Le cipolle devono risultare ben caramellate .

  • Aggiungete l’aglio e a pioggia la farina, stando attenti che non formi dei grumi (potete aiutarvi con un colino che la setaccia e la rende uniforme) e cuocete rimescolando per 1-2 minuti a fiamma dolce.
  • Aggiungete il vino bianco e rimescolate finché la farina sarà completamente incorporata
  • Portate a ebollizione e versate il…

View original post 222 altre parole

IL SALONE INTERNAZIONALE DELLA CANAPA SBARCA A MILANO

 

teatro7 | Lab , scuola di cucina – eventi e il suo menu trasgressivo al Salone internazionale della Canapa 17-19 novembre –   TORNERIA TORTONA 32   1600 MQ –  50 ESPOSITORI

 

CANAPA DAY

La parola canapa evoca immediatamente due immagini: le lenzuola della nonna e uno spinello. Ma gli usi di questo materiale sono davvero infiniti ed è proprio per questo che nasce a Milano il primo Salone internazionale della Canapa, che raccoglie una cinquantina di espositori nei campi più disparati.

 

23507522_128773241132037_4979863018906058752_n

 

 

teatro7 | Lab curerà la parte food and beverage, bar e spazio cucina con un menu ideato dallo chef Fabio Zanetello. 

 

 

 

 

 

23164045_1970515806567588_2473933387635621888_n

 

Dal pane, bagel e focaccia, alla pasta, dalla birra al vino, fino al dolce: i semi della canapa, pianta estrosa, multitasking e un filo trasgressiva, sono ovunque .

 

 

 

 

Lo chef Fabio Zanetello presenterà durante lo show cooking di sabato 18 e domenica 19, alle 18 :

Tofu con semi di canapa, hemp-fu

Corzetti, una pasta tipica ligure fatta con stampini rotondi che un tempo recavano gli stemmi delle nobili famiglie genovesi, condita con un pesto dove al posto dei pinoli ci sono semi di canapa decorticata

Un dolce alla birra di canapa

 

UDITE UDITE : Molti dei prodotti che saranno degustati durante la manifestazione saranno presto in vendita presso il Concept Store di teatro7 | Lab, in via Genova Thaon di Revel 7.

 

 

TEATRO7

 

Ufficio Stampa teatro7|Lab: Marina Baumgartner, mbaumg@tin.it, cell 3396464197

_______________________________________________

teatro7|Lab: progetto nato dalla mente geniale di Rico Guarneri che ha precorso i temi della moderna cucina mondiale. La scuola di cucina teatro7|Lab nasce nel 2005 dall’idea di unire i concetti di “cucina domestica”, e quello di scuola: una scelta assolutamente innovativa e unica nel panorama internazionale. Il locale ha un design pulito e semplice, per puntare i riflettori sulla cucina a vista, punto di riferimento di tutta la scuola.  Ricette, divertimento, manualità, high tech: un giusto mix che rende da sempre lo spazio di Via Thaon di Revel un luogo speciale.

Risotto alla laziale

 

Oggi risotto alla laziale per scaldare questo freddo lunedì

 

Ingredienti per 3 persone  :

– 1 vasetto di Riso Goio , RISO DI BARAGGIA BIELLESE E VERCELLESE RISO DOP ITALIANO – 80g di guanciale a cubetti  – 1 noce di burro – 1/2 bicchiere di vino bianco – 1/2 litro di brodo di carne – 1/4 di cipolla  bianca – 80 gr Pecorino romano – 30 gr di parmigiano reggiano – Pepe q.b. – Olio extravergine di oliva .

 

barattolox3

RISO GOIO VIENE COLTIVATO NEL CUORE DELLA BARAGGIA BIELLESE E VERCELLESE AI PIEDI DEL MONTE ROSA .

Eccolo nella sua veste migliore , un vasetto per 3 persone che regala gioia a chi lo riceve.

La sua elevata cremosità che permette di non fare uso di panna, burro o formaggio per la mantecatura. Ciò lo rende molto apprezzato per chi , non volendo rinunciare alla buona cucina, ha un occhio di riguardo per la salubrità dei cibi e per la… dieta!

 

 

alter-alea-20160603202331987 1

 

Alter Alea aleatico 100% vinificato in bianco , che dopo una pressatura soffice può iniziare la sua fermentazione e il suo viaggio separato dai colori della buccia .

Aleatico-di-Gradoli-01.jpg

 

 

 

 

 
Preparazione :

  • Scaldate il brodo di carne
  • Tritate la cipolla e fatela rosolare in un tegame a fuoco basso con un filo d’olio
  • aggiungete il riso e lasciatelo tostare per massimo 2/3 minuti
  • Sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco , io ho usato un ottimo vino bianco laziale , Aleatico 100% di Andrea Occhipinti che poi abbino a tavola  con il risotto 
    Mescolate e poi coprite il riso con il brodo caldo
  • fate cuocere per 20 minuti circa , lasciando leggermente bollire il brodo nel riso , mescolando spesso
  • A parte , in una padella antiaderente , rosolate i cubetti di guanciale a fuoco medio/basso
  • Qualche minuto prima che sia ultimata la cottura del riso, aggiungete  il guanciale
  • Quando il riso sarà cotto , spegnete la fiamma e mantecate il risotto con una noce di burro e il mix di pecorino e parmigiano .

 

risottoallalaziale

 

Mare e Monti a modo mio

 

Ricetta facile e veloce ad avere gli ingredienti a portata di mano , nel mio freezer non mancano il #rossodimazara e in dispensa le #mele di Valtellina , ed ecco la Mare e Monti a modo mio . Con il #rossodimazara cosa ci abbiniamo ? Io un idea l’avrei… la Sicilia nel bicchiere #aldoviola non sarebbe una cattiva idea egesta o krimiso  ?  A voi la scelta . 

 

 

egestaaldoviola

Senza alcuna pressatura o filtrazione e senza aggiunta di solfiti .  Egesta è un puro succo d’uva Grillo 100% naturalmente fermentato ed imbottigliato tal quale .  

Sentori di polpa di pompelmo integrati ad un’elegante e spiccata mineralità , sapidità e lieve nota tannica .  Che con la dolcezza del #rossodimazara e la croccantezza della mela di #valtellina con leggera acidità legherebbero con #Egesta  . 

krimisoaldoviola2

#Krimiso armonioso e complesso, con note evidenti salvia , anice ed agrumi.  E’ ottenuto da uve Catarratto coltivate in altitudine macerate a lungo con le bucce . Viene fermentato con i propri lieviti indigeni, non è stabilizzato ed è imbottigliato senza filtrazione . Eventuali depositi testimoniano la sua naturalezza. A tavola trova i migliori abbinamenti con la cucina di mare del territorio e come non abbinarlo al #rossodimazara .

 

 

 

 

 

Ingredienti x 4 persone  :

  • 8 gamberi #rossodimazara
  • 1/2 mela
  • q.b. olio extravergine d’oliva #centonze 
  • p.b. sale
  • q.b. pepe
  • q.b. fiocchi di alga nori

PREPARAZIONE:

  • Sgusciate i gamberi e togliete il filo nero sulla parte dorsale (l’intestino)
  • tagliate a dadini la mezza mela
  • Una volta puliti tagliateli grossolanamente quindi conditeli con sale nero di Cipro e con  olio extra vergine d’oliva e unite i dadini di mela
  • Usando un coppa pasta formate la tartare mare e monti a modo mio e spolveratela con del pepe nero e fiocchi di alga nori che regala un tocco orientale al piatto e non contrasta la dolcezza del gambero in quanto ha un suo sapore molto delicato

 

tartare mare e monti

 

 

Zucca la dolce

L’autunno e i suoi sapori e colori , l’ arancione domina il piatto che mi sono regalata a cena con un’ottimo vino della Valle D’Itra , un’azienda agricola capitanata dalla terza generazione della famiglia Cardone , Marianna e suo fratello Vito .   Ho conosciuto questa azienda in Teatro7Lab , dove è stato inaugurato il concept store Sensazioni & Sapori –una vetrina di esperienze sempre nuove , capace di stupire con prodotti di nicchia mai prevedibili, accuratamente selezionati dal team di Giacomo Maggiaro .

 

Eccovi la ricetta :

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 gr zucca gialla
  • 1 cucchiaio di fecola di patate
  • brodo vegetale qb ( 1 carota , 1 gambo di sedano e 1 patata )
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio evo qb
  • pepe nero qb
  • 4 uova
  • 150 gr gorgonzola piccante
  • 150 gr di Verzin® di capra Beppino Occelli 
  • 100 gr di Brasa ( bresaola dal gusto affumicato ) Salumificio Mottolini 

 

 

 

 

 

  • per la crema di zucca dolce :

Mettete a cuocere al vapore la zucca per circa 20 minuti , finché la polpa non diventa morbida.
In una pentola capiente mettete l’ olio con lo spicchio d’aglio intero , saltate per qualche istante la zucca , salate e pepate a vostro piacimento .
Togliete lo spicchio d’ aglio ed aggiungete il brodo vegetale , facendo cuocere finché la zucca diventa quasi una crema .
Frullate direttamente in pentola e  aggiungete la fecola sciolta in mezza tazza di brodo vegetale , poco per volta quindi  fate cuocere altri 5 minuti ed se necessario aggiungete del sale .

 

  • per le uova – una per volta  :

Mettete sul fuoco vivace un pentolino con acqua fredda .  Quando l’acqua bolle, abbassare il fuoco, aggiungere un pizzico di sale e un cucchiaio di aceto bianco . Col cucchiaio far girare forte l’acqua in senso orario fino a che non si crea un vortice veloce ,  inserite delicatamente l’uovo e continuate a girare per 3/5 minuti circa , a questo punto l’albume diventa bianco e appena si è solidificato abbastanza con la schiumarola sollevate l’uovo in camicia e adagiatelo su un piatto . Ripetete il tutto con le altre 3 uova .

Quindi servite la crema di zucca molto calda , ponetevi al centro l’uovo ,  il gorgonzola , il Verzin e la Brasa a straccetti . Aggiungete un filo di olio e una macinata di pepe, prima di servire.

 

 

 

cardone_prositbianco01

 

 

Prosit – IGP Valle d’Itria Bianco Frizzante – Cardone Vini ( Il buon vino si fa in vigna e poi in cantina , il luogo fisico in cui si “aprono le danze” fra tecnologia ed esperienza ) –   uvaggio interessante   –  Verdeca + Bianco d’Alessano dal colore giallo paglierino con riflessi verdognoli , perlage fine e persistente, profumo fresco e intenso con piacevoli sentori floreali , sapore secco  ma con note dolci , e deciso con spiccata vivacità e persistenza .

L’ho scelto perché ha note dolci che ben si sposano con la zucca .